Aumentare le vendite offline grazie a LinkedIn

Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter
Ho deciso di creare dei brevi casi studio. Niente paura. Non elencherò una serie di teorie complicate. Si tratta di casi studio che vanno diritti al punto così che anche voi possiate sin da subito mettere in pratica gli esempi che troverete e applicarli per migliorare la comunicazione con i vostri clienti.
Case Study: Aumentare le vendite offline grazie a LinkedIn

Il primo caso di studio è diverso dal solito. Non ho ancora parlato di questo cliente anche se sono estremamente soddisfatto di come vanno le campagne di lead generation. Nelle righe seguenti, però, parleremo non di soddisfazione, bensì di un problema da risolvere.

Negli ultimi 30 giorni, abbiamo dovuto affrontare un’emergenza di non poco conto: la perdita del distributore principale per un cliente.

Sembra un problema di poco conto?

Sono sicuro di no perché 0 distributori equivale a 0 delivery e, in molti campi del B2B, se non si ha il distributore personale, sei tagliato fuori dal mercato per una questione di costi e di tempi per la logistica. Di fronte a questo tipo di problema, la soluzione è trovare il distributore perfetto.

Ragionando schematicamente, un caso simile si risolve partendo dall’obiettivo che si intende raggiungere, studiando il problema e la strategia per risolverlo. Dunque:

  • OBIETTIVO: TROVARE IL DISTRIBUTORE PERFETTO

FASE 1: STUDIO DEL PROBLEMA

Trattandosi di B2B, c’era un problema di non poco conto: avevamo bisogno di un distributore in un settore MOLTO particolare, non di un distributore generico. Dovevamo trovare un distributore verticale nel settore di appartenenza del cliente.

Come fare?

Siamo partiti da un’analisi della presenza digitale del cliente. Ci siamo accorti che le pagine dei potenziali lead NON erano ottimizzate e, di conseguenza, non c’era nessuna possibilità di fare ricerca per lead. Così, siamo passati alla ricerca per ACCOUNT, ma abbiamo notato lo stesso difetto: non essendo ottimizzate, le pagine non potevano essere cercate in maniera mirata.

Perciò, nella fase 1, ci siamo orientati alla ricerca orizzontale dei distributori.

FASE 2: RICERCA DELLA SOLUZIONE

Avevamo un problema di non poco conto che poteva essere affrontato in soli due modi:

  1. SPARARE NEL MUCCHIO
  2. TROVARE UNA SOLUZIONE

Sparare nel mucchio non era assolutamente fattibile perché rischiavamo di allungare i tempi e, quindi, urgeva trovare la soluzione.

Facendo brainstorming con il cliente, abbiamo trovato due potenziali aziende tipo, che sapevamo di non poter raggiungere poiché organizzate per collaborare solo con grandi corporate.

Analizzando i siti web, abbiamo trovato diversi pattern comuni tra blog e siti web:

  1. ARGOMENTI AFFRONTATI
  2. PAROLE E TERMINI TECNICI UTILIZZATI 

Partendo da questi dati, abbiamo deciso di provare ad utilizzare queste parole nella sezione “parole chiave” dei contenuti del Sales Navigator.

Fase 3: SOLUZIONE

Il risultato è stato davvero ottimo.

Lead contattati: 15

Chiamate effettuate: 6

Distributori trovati: 3

Ora possiamo tornare a lavorare in maniera ottimale con degli ottimi partner!

Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter

Ti interessa fare Lead Generation con LinkedIn?